Copyright. All Rights reserved by Elisa des Dorides

quadrato

Paolo Spaccamonti - Volume Quattro

{


 

Avevo necessità di immergermi nel fiume. Era scuro e non vedevo il fondo.
Ma poichè volevo tornare ad ascoltarmi, vi entrai.


Questo è il viaggio a tinte scure di Paolo Spaccamonti e si chiama Volume Quattro.
Il disco apre col brano Cuocere verdure e fare il brodo con le ossa, dove nasce il richiamo reso un eco distante.
E quell’unica nota trattenuta e stoppata all’improvviso diventa un’astrazione della mente. Poi arrivano le pulsazioni continue di Ablazioni, con gli accordi che stridono tutt’attorno come un derviscio che si avvita su se stesso danzando.
Nina è fluttuazioni metalliche perchè l’acqua purifica, mentre sale il suo livello sul corpo.
Le corde di chitarra si fanno più pesanti in Nessun codardo tranne voi, arrivano come granate pronte ad esplodere, assieme a battiti serrati e asciutti. Nessuna resa, la forza genera forza.
Un gelido inverno è un approdo tra nebbie da diradare con arpeggi aperti, lenti e luminosi. E forse incombe la notte in Rimettiamoci le maschere. Il ritmo incede inesorabile e suggerisce che qualcosa è pronto a balzare fuori da sotto, molto sotto. Eppure, le pulsazioni sincopate che arrivano da lontano, in Paul dance, spingono a proseguire, mentre la chitarra apre piccoli mulinelli d’acqua, dove il pensiero è tentato di nascondersi.
Fumo negli occhi scansa la tregua perché lame elettriche e sintetiche arrivano addosso come  pioggia.
Tutto bene quel che finisce: si intravede la fine del fiume ma non il corpo idrico recettore. Lampi sintetici mordicchiano i piedi e la chitarra è un bordone continuo a cui aggrapparsi. Ma risalire la corrente non avrebbe senso ormai, indietro non si ritorna. 
Eccola, la Luce, accompagnata da una melodia dolente, prova di resilienza.
Diagonal è sospensione di arpeggi e battiti che, lievemente, riaffiorano: forse è la riva. 

Il buio è uno sfondo che sa tramutarsi in luce se gli fai vedere le viscere.

 

 

Data pubblicazione
Settembre 2019

 

​Etichetta
Escape From Today/Dunque

 

Credits
Musica: Paolo Spaccamonti
Registrazione e produzione: Gup Alcaro
Mixaggio: Maurizio Borgna
Masterizzato: Patrick Higgins
Arte: Laura Fortin

 

Tracklist

Cuocere verdure e fare il brodo con le ossa

Ablazioni

Nina

Nessun codardo tranne voi

Un gelido inverno

Rimettiamoci le maschere

Paul dance

Fumo negli occhi

Tutto bene quel che finisce

Luce

Diagonal

Create a website